Stop Loss: Cos’è, Come Funziona

Un ordine di stop loss è un ordine di vendita, di solito per le azioni, che viene eseguito al meglio quando il prezzo corrente raggiunge o scende al di sotto di un prezzo da voi stabilito.

Stop Loss: cos’è e come funziona

Supponiamo di aver acquistato EURUSD a un prezzo di 1,2000.

Tuttavia, non volete perdere più del 10% su questa operazione se il prezzo scende invece di salire.

Quindi, subito dopo l’acquisto di EURUSD, piazzate un ordine di stop-loss al prezzo di 1,1950.

Questo ordine di vendita non verrà eseguito dal vostro broker per il momento.

Solo quando il prezzo dell’EURUSD scenderà a 1,1950 o meno, l’ordine di stop-loss verrà eseguito.

Perché un ordine stop-loss è così importante?

Perché impedisce di perdere gran parte del capitale, come accade ad esempio a molti trader al dettaglio. Purtroppo, è tipico di un trader forex al dettaglio acquistare valuta e solo dopo molti giorni guardare indietro al prezzo e rendersi conto che il proprio conto è in rosso, il che significa che si hanno grossi problemi.

Invece, un ordine di stop-loss dovrebbe minimizzare le perdite e garantire i profitti!

Anche se a nessuno piace realizzare le perdite:

è comunque meglio, ad esempio, subire una perdita del 10% su un’operazione e poi venderla in tempo, piuttosto che deprimersi e guardare il proprio contratto forex aperto che perde sempre di più, fino a distruggere metà o addirittura più del capitale originariamente investito!

Come impostare un ordine di stop-loss

Naturalmente, non è una grande arte. È sufficiente inviare al proprio broker forex un ordine di vendita per le proprie azioni con il suffisso “Stop Loss” e il livello di stop-loss desiderato.

Al giorno d’oggi tutti i broker forex al dettaglio accettano ordini di questo tipo e si possono piazzare con un solo clic sulla propria piattaforma forex via Internet.

Di solito non si paga nulla per piazzare uno stop-loss.

A quale livello di prezzo si deve impostare l’ordine di stop-loss?

Esistono diversi modi:

Definire una perdita massima

Supponiamo che abbiate acquistato un contratto EURUSD e abbiate investito 2.000 dollari per questa operazione, poiché prevedete che l’EUR si rafforzerà rispetto all’USD. Sapete che in futuro avrete bisogno di un capitale di 1700 dollari, ad esempio per acquistare bitcoin.

Dovreste quindi impostare un ordine di stop-loss a un livello di prezzo che vi permetta di perdere, nel peggiore dei casi, solo 300 dollari e quindi di interrompere l’operazione. Naturalmente, se l’EURUSD sale come previsto, non succederà nulla e si raccoglieranno i profitti.

Copertura percentuale (Trailing Stop Loss)

Naturalmente, come spiegato nell’introduzione, potete anche definire una percentuale di perdita che volete subire al massimo. Chiariamo ancora una volta: è meglio realizzare una perdita del 10% piuttosto che assistere alla distruzione di metà del capitale.

Esempio:

acquistate EURUSD a 1,2000  e non volete subire più del 10% di perdita, impostate un ordine di vendita con stop-loss a 1,2000 * 0,9

È facile e potente, ma è necessario imparare dove posizionare esattamente lo stop loss. Dipende sempre da molti fattori, tra cui il principale è la vostra propensione al rischio.

Stabilire un livello di stop-loss attraverso l’analisi del grafico

Naturalmente, la cosa più professionale è osservare i grafici delle coppie di valute e determinare quale livello di prezzo non deve essere sottovalutato.

Naturalmente, l’analisi dei grafici è una scienza a sé stante con la quale un investitore al dettaglio non vuole necessariamente confrontarsi. Ma un metodo molto semplice potrebbe essere, ad esempio, quello di osservare dove il prezzo ha formato un chiaro minimo nell’ultimo movimento di rialzo e ribasso.

Mentre il prezzo di ogni coppia di valute fluttua tra massimi e minimi anche quando la coppia si muove più in alto, in un trend rialzista intatto, tuttavia, il minimo successivo dovrebbe essere più alto di quello precedente; un minimo formato una volta non dovrebbe essere sottovalutato. Se questo accade comunque, potrebbe indicare la fine del trend rialzista e l’inizio di un trend ribassista, per cui è meglio vendere per sicurezza e osservare i prezzi che continuano a muoversi in avanti. Se volete farlo, potete inserire il vostro ordine di stop-loss appena sotto l’ultimo minimo significativo della coppia di valute.

Importante:

Indipendentemente dal punto in cui impostate l’ordine di stop-loss, dovreste sempre seguire il livello del prezzo di stop-loss a intervalli regolari!